Wolf Vostell

Wolf Vostell

“Auf huffmann” – 1979

Polimaterico, 51×41

Leverkusen 1922 – Berlino 1988

Si forma tra Parigi e Dusseldorf. E’ tra primi ad usare la tecnica del decollage e a sperimentare happening e installazioni multimediali. Nelle sue opere utilizza tecniche e materiali diversi: assemblaggi di dipinti, frammenti di giornali, foto incollate e cancellate da sovrapposizioni pittoriche, inserimenti di televisori o macchine fotografiche. 

Già alla fine degli anni Cinquanta elabora opere nelle quali appare il mezzo televisivo che diventa il suo ready-made per eccellenza e nel 1958 da vita ai TV dé-collage.

Nei primi anni Sessanta aderisce al movimento Fluxus e nel 1963 espone a New York la prima videoinstallazione con un video realizzato con la tecnica della sovrapposizione di immagini estrapolate da comuni trasmissioni della televisione tedesca, alterati elettronicamente con varie tecniche.

Dopo il ’70 gran parte della sua produzione si concentra su quadri-oggetto, su pittura e disegno con tematiche che riprendono la seconda guerra mondiale e la guerra fredda.

Let`s work together