Mario Schifano

Mario Schifano

“Senza titolo”- 1980

Smalto su carta intelata, 130×150

Homs, Libia 1934 – Roma 1998 

Dopo la guerra torna a Roma, dove collabora col padre archeologo restauratore al Museo Etrusco e inizia a dipingere. I suoi debutti sono all’interno della cultura informale con cui inaugura la sua prima mostra personale nel 1959.

Nel 1962 compie il suo primo viaggio a New York dove entra in contatto con la PopArt. Abbandonata l’esperienza informale, la sua pittura mutua radicalmente e le sue opere sono grandi carte incollate e ricoperte di un solo colore. Da qui nascono i primi Paesaggi anemici, che presenta alla Biennale di Venezia del 1964, cui seguono i lavori dedicati al Futurismo e i primi cortometraggi in bianco e nero. Fra il 1966 e 1967 realizza le serie Ossigeno ossigeno, Oasi, Compagni compagni. Negli anni Settanta inizia la serie dei Paesaggi TV dove trasferisce su tela le immagini televisive con la tecnica dell’emulsione fotografica.

A partire da quegli anni partecipa a numerose collettive internazionali e mostre personali vengono allestite tra Roma, Milano e Parigi.

www.marioschifano.it

Let`s work together