George Mathieu

George Mathieu

“Certitude vendicative” – 1987

Olio su tela, 97×130

Boulogne-sur-Mer 1921 – Boulogne Billancourt 2012

Comincia a dipingere nel 1942, dopo aver studiato filosofia e diritto. Nel 1947 si stabilisce a Parigi dove fonda il movimento Non-figuration psychique che propone una nuova astrazione, gestuale e lirica, che si spoglia delle tradizioni e delle regole fino ad allora predominanti, per mettere in primo piano i fenomeni puramente pittorici. Le sue opere suscitano consensi internazionali e inizia ad essere esposto nelle gallerie di Londra e New York.

E’ il primo artista ad imporre la gestualità all’interno dell’esperienza pittorica sostenendo un coinvolgimento corporeo totale. Da qui la scelta di trasformare le sue creazioni in eventi teatrali di pittura-azione durante i quali, in un tempo limitato e di fronte ad un pubblico selezionato, realizza tele di grandi dimensioni. Consapevole delle affinità tra la pratica dell’astrazione lirica e l’espressionismo astratto nel 1951 espone in una mostra da lui stesso organizzata insieme al critico d’arte Michel Tapiè che di lì a poco definirà questa nuova corrente Informale.

Let`s work together